classifica regioni smart working

Classifica smart working per regioni: guida l’Abruzzo

di Redazione

L’Abruzzo è la prima regione italiana sia in ordine di tempo che in termini di percentuale per smartworking (o remote working o telelavoro).

Lo dicono i dati del monitoraggio della Funzione Pubblica. Come sottolinea Corrierecomunicazioni.it, riportando le dichiarazioni dell’assessore al Personale della Regione Abruzzo, Guido Liris

L’Abruzzo figura in cima all’elenco, con una percentuale pari al 100% dei dipendenti in modalità smart working, fatte salve specifiche esigenze lavorative che richiedono la presenza fisica negli uffici. Il provvedimento con cui il Dipartimento Risorse umane della Giunta regionale, ha disposto “lo svolgimento del lavoro a distanza per i dipendenti dell’Ente porta la data del 5 marzo scorso, esattamente il giorno successivo a quanto indicato dal Ministero.

Nella classifica che somma lavoro agile e telelavoro seguono la regione Lazio, con una percentuale del 96,6%, e Provincia Autonoma di Trento con il 94,8%. Al quarto posto si attesta la Toscana con il 94,4% (2870/3412). Tra le 21 regioni italiane all’ultimo posto la Basilicata che ha collocato il 48,9% del personale in lavoro agile (613/1253). Qui trovate la classifica completa. La media delle Regioni si attesta al 68,5%, davvero niente male considerati i tempi stretti e la situazione di emergenza.

Potrebbero interessarti:

Metti una marcia in più al tuo Business!

segui l'esempio di tanti colleghi imprenditori, segui My Business Lab!

Lucia Bussi

Lucia Bussi

Responsabile Filiale Grenke Como


Ciò che fa la differenza è la possibilità di investire il capitale su ciò che è davvero strategico per il business, senza immobilizzarlo su ciò che strategico non è.

Matteo Azzoni

Matteo Azzoni

Responsabile Filiale Grenke Brescia


La possibilità di rinnovare i tuoi beni quando vuoi, lavorando sempre con le attrezzature più aggiornate, è un vantaggio strategico determinante.

Fabrizio Mantovani

Fabrizio Mantovani

Business Development & Support Director MBE


La sfida è riuscire a sviluppare un secondo business che sviluppi l'offerta alla clientela sfruttando il più possibile l’organizzazione e le risorse del business principale.

Antonio Baldan

Antonio Baldan

CEO, Baldan Group


Per poter dirigere un gruppo bisogna avere prima esperienza del lavoro dei propri collaboratori. Non si nasce “imparati”.