lavoratrice durante covid-19

Effetto Covid-19 sul lavoro in Italia e nel mondo: i dati di LinkedIn

di Redazione

Il report rilasciato da LinkedIn con i dati relativi al mercato del lavoro, il LinkedIn Hiring Rate, descrive bene le ricadute drammatiche del coronavirus sull’occupazione.

In Italia, come riporta Wired, i dati mostrano un crollo del 62% dei contratti di lavoro rispetto allo stesso periodo un anno fa. Il calo è costante dall’annuncio del lockdown di inizio marzo. Secondo Goldman Sachs, questo potrebbe portare ad un tasso di disoccupazione del 17%, il doppio rispetto al pre coronavirus.

Gli altri paesi non stanno meglio: in Francia il calo di assunzioni è maggiore rispetto all’Italia, Gran Bretagna e Stati Uniti vanno leggermente meglio, ma va considerato che il contagio è partito più tardi.

Gli USA vedono anche un record negativo per i posti di lavoro persi dall’inizio della pandemia: secondo quanto riportato dal Washington Post, 22 milioni di persone hanno perso l’impiego e negli ultimi giorni sono state oltre 5 milioni le domande di disoccupazione. Ha commentato Mariano Mamertino, economista senior di LinkedIn

Le misure di contenimento adottate per rallentare la diffusione del coronavirus hanno scatenato un enorme shock per le attività economiche a livello globale. L’analogia migliore per l’attuale recessione non è offerta dalle recessioni del passato, ma piuttosto si può trovare nelle conseguenze economiche legate ad un disastro naturale, come un uragano, che provoca un arresto quasi immediato dell’economia di un’intera regione. I dati che quantificano l’impatto economico di catastrofi naturali avvenute negli Stati Uniti di recente risultano contrastanti, in quanto dimostrano che considerevoli impatti negativi nel breve periodo sul mercato del lavoro potrebbero essere temporanei (come successo nel caso dell’uragano Harvey) o  protrarsi per un lungo periodo di tempo (come nel caso dell’uragano Katrina). A differenza anche dei disastri naturali più gravi, tuttavia, l’epidemia di coronavirus non è un fenomeno che passa rapidamente e rimane, ad oggi, incertezza su quanto a lungo ancora possa continuare. In definitiva, la persistenza dell’impatto del coronavirus sul mercato del lavoro dipenderà dal numero di aziende che saranno costrette a chiudere i battenti definitivamente a causa della pandemia e il conseguente impatto sull’occupazione.

Potrebbero interessarti:

Metti una marcia in più al tuo Business!

segui l'esempio di tanti colleghi imprenditori, segui My Business Lab!

Lucia Bussi

Lucia Bussi

Responsabile Filiale Grenke Como


Ciò che fa la differenza è la possibilità di investire il capitale su ciò che è davvero strategico per il business, senza immobilizzarlo su ciò che strategico non è.

Matteo Azzoni

Matteo Azzoni

Responsabile Filiale Grenke Brescia


La possibilità di rinnovare i tuoi beni quando vuoi, lavorando sempre con le attrezzature più aggiornate, è un vantaggio strategico determinante.

Fabrizio Mantovani

Fabrizio Mantovani

Business Development & Support Director MBE


La sfida è riuscire a sviluppare un secondo business che sviluppi l'offerta alla clientela sfruttando il più possibile l’organizzazione e le risorse del business principale.

Antonio Baldan

Antonio Baldan

CEO, Baldan Group


Per poter dirigere un gruppo bisogna avere prima esperienza del lavoro dei propri collaboratori. Non si nasce “imparati”.