Giocare ai videogiochi aiuta a sviluppare ottime doti di problem solving

Giocare ai videogiochi aiuta a sviluppare ottime doti di problem solving

di Redazione

Chi gioca ai videogiochi potrebbe avere una marcia in più nel mondo del lavoro: è questa la tesi ormai condivisa nel mondo del recruitment. Non si tratta più solo di roba da nerd o fissazione degli adolescenti.

Avevamo già parlato di quanto un gamer possa essere figura utile in azienda per la consuetudine e l’allenamento al ragionamento logico e al problem solving, al mantenere la calma in situazioni stressanti e che richiedono una risposta immediata.

Nulla di retorico: addirittura come segnala Esquire un rappresentante dell'Air Force britannica ha detto alla BBC che

un'abilità di assimilare informazioni, reagire con prontezza e coordinare azioni collettive mantenendo la calma sono capacità tipiche di chi si distingue nei videogiochi, queste stesse skills sono ciò che la Royal Air Force cerca per molti ruoli.

Giocare è imparare, spesso lo si sente dire a proposito dei primi anni di vita, in realtà come sottolinea Ryan Gardner, direttore di Hays recruitment,

ci sono un sacco di cose da imparare dai videogiochi, come pianificare, lavorare in team e risolvere problemi complessi.

E non finisce qui: una ricerca dell’università di Glasgow suggerisce che i videogamer sono anche gli studenti che ottengono risultati migliori negli studi. Matthew Barr, uno degli autori della ricerca, dice che ormai è solo una questione di tempo perché le istituzioni pubbliche prendano coscienza dei risultati dello studio. Ricerca che sarà tutt’altro che facile da far digerire ai genitori preoccupati per il tempo che i figli passano davanti ai videogame invece di fare i compiti a casa.

Potrebbero interessarti:

Metti una marcia in più al tuo Business!

segui l'esempio di tanti colleghi imprenditori, segui My Business Lab!

Lucia Bussi

Lucia Bussi

Responsabile Filiale Grenke Como


Ciò che fa la differenza è la possibilità di investire il capitale su ciò che è davvero strategico per il business, senza immobilizzarlo su ciò che strategico non è.

Matteo Azzoni

Matteo Azzoni

Responsabile Filiale Grenke Brescia


La possibilità di rinnovare i tuoi beni quando vuoi, lavorando sempre con le attrezzature più aggiornate, è un vantaggio strategico determinante.

Fabrizio Mantovani

Fabrizio Mantovani

Business Development & Support Director MBE


La sfida è riuscire a sviluppare un secondo business che sviluppi l'offerta alla clientela sfruttando il più possibile l’organizzazione e le risorse del business principale.

Antonio Baldan

Antonio Baldan

CEO, Baldan Group


Per poter dirigere un gruppo bisogna avere prima esperienza del lavoro dei propri collaboratori. Non si nasce “imparati”.