libra facebook

Libra, nasce la criptovaluta di Facebook

di Redazione

Libra è una criptovaluta basata su una blockchain gestita da un'associazione - Libra Association - tra cui figura anche Facebook, l'artefice del progetto, insieme ad altri 27 soggetti del mondo finanziario, business e tecnologico come PayPal, Uber, Vista, MasterCard, Spotify, eBay, Vodafone e Iliad.

Qual'è l'obiettivo dichiarato di Libra?

Creare un sistema finanziario accessibile a tutti, a partire da quei 2 miliardi di utenti oggi iscritti a Facebook (e aggiungiamo Messenger e WhatsApp) che potranno scambiarsi denaro in maniera istantanea. Ha spiegato il team di Mark Zuckerberg

Vogliamo reinventare la moneta, trasformare l’economia globale. Così le persone, ovunque, potranno vivere vite migliori

Le preoccupazioni su Libra

Il tutto dovrebbe partire dal 2020. L'annuncio ha suscitato reazioni da tutto il mondo, alcune di grande entusiasmo, altre di preoccupazione per le possibili conseguenze sul mondo finanziario e sui possibili utilizzi fraudolenti della criptovaluta come il riciclaggio di denaro. Libra, a differenza di Bitcoin, agirà su una "piattaforma permissioned": non tutti saranno nodi della rete, lo saranno i membri dell'associazione che ne gestiranno le regole.

Resta certamente aperto il tema della regolamentazione delle criptovalute, che ad oggi non hanno ancora una regolamentazione unica e standardizzata. Il cambio, come precisato dal White Paper dovrebbe essere i 1 Libra=0,94€. Il servizio dovrà ottenere l'ok delle autorità europee: nei giorni scorsi i rappresentanti di 26 banche centrali hanno incontrato gli esponenti del progetto Libra per approfondire la criptovaluta di Facebook.

Potrebbero interessarti:

Metti una marcia in più al tuo Business!

segui l'esempio di tanti colleghi imprenditori, segui My Business Lab!

Lucia Bussi

Lucia Bussi

Responsabile Filiale Grenke Como


Ciò che fa la differenza è la possibilità di investire il capitale su ciò che è davvero strategico per il business, senza immobilizzarlo su ciò che strategico non è.

Matteo Azzoni

Matteo Azzoni

Responsabile Filiale Grenke Brescia


La possibilità di rinnovare i tuoi beni quando vuoi, lavorando sempre con le attrezzature più aggiornate, è un vantaggio strategico determinante.

Fabrizio Mantovani

Fabrizio Mantovani

Business Development & Support Director MBE


La sfida è riuscire a sviluppare un secondo business che sviluppi l'offerta alla clientela sfruttando il più possibile l’organizzazione e le risorse del business principale.

Antonio Baldan

Antonio Baldan

CEO, Baldan Group


Per poter dirigere un gruppo bisogna avere prima esperienza del lavoro dei propri collaboratori. Non si nasce “imparati”.