monopattini elettrici sharing in città

Monopattini elettrici in sharing: si parte da Milano

di Redazione

Dopo il via libera ufficiale del ministero dei Trasporti alla sperimentazione su strada di monopattini elettrici, segway, monowheel e hoverboard si parte con una fase di test.

Wired segnala quali sono i diversi servizi di sharing e in cosa si differenziano.Tutti prevedono il download di una app, la registrazione dell’utente e il caricamento di una carta di credito o debito per i pagamenti. 

  • Helbiz: Il primo a debuttare a Milano lo scorso ottobre, ancor prima del via libera del Ministero, mette a disposizione 500 mezzi con campanello, luci fronte e retro e limitatore di velocità: si può scegliere fra tre diversi livelli di marcia. Costa 1 euro per lo sblocco e 15 centesimo al minuto per l’utilizzo. Si può utilizzare entro la circonvallazione inerna e in alcune zone indicate come Parco Solari, Corso Sempione e Corso Buenos Aires.
  • Circ: Limite di velocità a 20 km/h, costa 1 euro per lo sblocco e 19 centesimi al minuto per il noleggio. Si può circolare all’interno di Area C e in alcune zone specifiche come Porta Genova e via Tortona.
  • Lime: nasce come servizio di bike sharing, è un’azienda internazionale ed è presente al momento a Milano con una flotta ridotta, parte di un test che “e prevede una serie di funzioni elaborate ad hoc per la realtà meneghina. Tra queste, il rilevamento di speciali aree di parcheggio e l’adeguamento automatico della marcia nelle zone a velocità limitata.” Costa 1 euro per lo sblocco e 19 centesimi al minuto per il noleggio. Si può circolare all’interno di Area C.

Potrebbero interessarti:

Metti una marcia in più al tuo Business!

segui l'esempio di tanti colleghi imprenditori, segui My Business Lab!

Lucia Bussi

Lucia Bussi

Responsabile Filiale Grenke Como


Ciò che fa la differenza è la possibilità di investire il capitale su ciò che è davvero strategico per il business, senza immobilizzarlo su ciò che strategico non è.

Matteo Azzoni

Matteo Azzoni

Responsabile Filiale Grenke Brescia


La possibilità di rinnovare i tuoi beni quando vuoi, lavorando sempre con le attrezzature più aggiornate, è un vantaggio strategico determinante.

Fabrizio Mantovani

Fabrizio Mantovani

Business Development & Support Director MBE


La sfida è riuscire a sviluppare un secondo business che sviluppi l'offerta alla clientela sfruttando il più possibile l’organizzazione e le risorse del business principale.

Antonio Baldan

Antonio Baldan

CEO, Baldan Group


Per poter dirigere un gruppo bisogna avere prima esperienza del lavoro dei propri collaboratori. Non si nasce “imparati”.