bandiera italia europa

Quali benefici porta l’Europa alle Pmi italiane?

di Redazione

Le Pmi sono il motore della crescita di tutte le economie avanzate, compresa l'Italia. E sono decisive per la creazione di nuovi posti di lavoro. Eppure faticano a trovare risorse finanziarie. Quale tipo di supporto garantisce l'Europa alle piccole e medie imprese?

Sul Sole 24 ore Massimo Colombo, Professore di Innovation Economics Entrepreneurship and Entrepreneurial Finance School of Management al Politecnico Milano, analizza quali e quanti benefici la Commissione Europea porta alle Pmi italiane, sempre in equilibrio tra la necessità di trovare credito a costi non altissimi e il timore di divulgare informazioni sensibili per non disperdere i propri vantaggi tecnologici. Scrive Colombo:

La più importante misura della Commissione Europea in termini di risorse economiche mobilizzate è il programma di garanzia ai crediti erogati dalle istituzioni bancarie alle Pmi, gestito dall’European Investment Fund. Il programma più recente (COSME LGF) ha beneficiato più di 350mila Pmi Europee per un totale di 30 miliardi di Euro di finanziamenti erogati fino a giugno 2018. Una serie di studi (da me coordinati) svolti dalla School of Management del Politecnico di Milano in collaborazione con la business school francese Emlyon e lo European Investment Fund mostrano chiaramente che questa misura ha avuto effetti positivi sulle imprese beneficiarie.

Un impatto importante che ha dato risultati, migliorando in particolare la solidità delle imprese più giovani. Continua Colombo

A tre anni dall’ottenimento del prestito le imprese beneficiarie hanno mostrato un aumento medio addizionale del totale dell’attivo pari a 17 punti percentuali e aumenti addizionali del fatturato e del personale pari a 15 punti percentuali. In generale, le Pmi che hanno beneficiato di questa misura di supporto sono diventate non solo più dinamiche e efficienti, ma anche più solide perché la probabilità di uscita per liquidazione o cessazione dell’attività si è ridotta fino al 70 per cento. Le imprese che hanno ottenuto vantaggi maggiori sono quelle più giovani e più piccole, che hanno maggiori difficoltà a reperire risorse finanziarie.

La Commissione europea sempre attraverso l'European Investment Fund contribuisce anche allo sviluppo del venture capital europeo, "un'industria profittevole che offre un fondamentale supporto allo sviluppo delle startup innovative."

Potrebbero interessarti:

Metti una marcia in più al tuo Business!

segui l'esempio di tanti colleghi imprenditori, segui My Business Lab!

Lucia Bussi

Lucia Bussi

Responsabile Filiale Grenke Como


Ciò che fa la differenza è la possibilità di investire il capitale su ciò che è davvero strategico per il business, senza immobilizzarlo su ciò che strategico non è.

Matteo Azzoni

Matteo Azzoni

Responsabile Filiale Grenke Brescia


La possibilità di rinnovare i tuoi beni quando vuoi, lavorando sempre con le attrezzature più aggiornate, è un vantaggio strategico determinante.

Fabrizio Mantovani

Fabrizio Mantovani

Business Development & Support Director MBE


La sfida è riuscire a sviluppare un secondo business che sviluppi l'offerta alla clientela sfruttando il più possibile l’organizzazione e le risorse del business principale.

Antonio Baldan

Antonio Baldan

CEO, Baldan Group


Per poter dirigere un gruppo bisogna avere prima esperienza del lavoro dei propri collaboratori. Non si nasce “imparati”.